esigenze da dentro

Il dolore programmato

Siamo tutti veramente consapevoli che la nostra vita, ricca di diversità di distrazioni di passioni e sentimenti, abbia un fine ultimo, e uguale, per tutti? Si lo so sto toccando un argomento che non incontra il favore dei più, non è carino parlare di morte, non attirerà frotte di fans e non farà lievitare il nostro borsino mediatico. Nonostante questo mi pongo la domanda. “E’ necessario prepararsi all’incontro con la cosa in assoluto inevitabile per ogni umano?” La risposta che mi sono data è Sì.  L’incontro con la morte e probabilmente con il dolore fisico ci deve trovare pronti ma non in una condizione di resa, ci deve trovare colmi di quel sorriso sereno da regalare a chi ci sta vicino in quel momento e forse pronti ad intraprendere il successivo viaggio che probabilmente siamo chiamati a fare. Alcuni consigli pratici: cominciare a leggere testi spirituali induisti e tibetani,  sull’argomento, sgombrare la mente dalle paure e scoprire che il coraggio è quello di abbattere le convinzioni che ci accompagnano da sempre per scoprire nuovi modi di interpretare la realtà e le emozioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...